Alessandria, Attualità

Festa della donna: l’impegno dell’Azienda Ospedaliera di Alessandria per la Medicina di genere

Quali opportunità offre questo approccio interdisciplinare

Oggi, mercoledì 8 marzo, si celebra la Giornata internazionale dei diritti della donna, una data dedicata alla lotta per i diritti delle donne e alla promozione della parità di genere. In occasione di questa ricorrenza è importante riflettere sull’importanza della Medicina di genere, un approccio che tiene conto delle differenze biologiche, sociali e culturali tra uomini e donne per quanto concerne prevenzione diagnosi e terapia delle malattie. 

È importante sottolineare che la medicina di genere non riguarda solo la salute della donna e non rappresenta una nuova branca della medicina, bensì è un approccio interdisciplinare da estendere a tutte le aree della medicina esistenti e a tutti i livelli, dalla prevenzione, alla diagnosi, alla terapia.

La medicina di genere rappresenta, infatti, un elemento strategico anche per il Servizio Sanitario Nazionale, nell’ottica di perseguire con crescente efficacia ed efficienza l’obiettivo di una medicina personalizzata, aderente alle specifiche necessità e peculiarità di ciascuno.

L’Azienda Ospedaliera di Alessandria si è impegnata per incentivare la sensibilizzazione del personale sanitario all’importanza crescente della medicina di genere e per promuovere progettualità ad essa connesse.

Ad oggi i progetti attivati e programmati dall’AO AL sono numerosi, dalla stanza rosa per le vittime di violenza, alla collaborazione con la Fondazione Onda (l’Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere), oltre ai percorsi clinici attivati nei vari reparti ospedalieri, e le iniziative organizzate in occasione della Festa della Donna come Linea diretta con Ostetricia e Ginecologia, che permette di chiamare nella giornata di oggi dalle 15,00 alle 17,00 il numero 0131 206343 per avere informazioni da ginecologi, ostetriche e infermiere (https://www.ospedale.al.it/it/comunicazione/notizie/linea-diretta-ostetricia-ginecologia-per-l8-marzo-unopportunita-per-donne).

Per conoscere, infine, alcuni esempi pratici dell’importanza clinica della Medina di genere, le cui referenti aziendali sono Genny Franceschetti, Dirigente Medico della Direzione Medica dei Presidi, e Rossella Sterpone, Responsabile della struttura di Psicologia, è possibile visitare la pagina www.ospedale.al.it/it/servizio/medicina-genere.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Iscriviti alla Newsletter

Seguici su Facebook