Basket, Casale Monferrato, Sport

Basket – Nuova sconfitta al fotofinish per la Novipiù in casa contro Forli

Vince Forlì: 75-77. Al fotofinish. Come con Verona l’ultimo secondo è fatale. Dopo aver inseguito per quattro quarti i campioni d’Italia, la Novipiù trova il sorpasso ma viene rimontata quel poco che basta. L’affondo di Kelly prima e la tripla di Pepper poi si fermano sul ferro. Niente da fare: finisce 75-77 e lacrima il cuore. Questi ragazzi si meritavano un finale differente. Domenica di Pasqua si tornerà in campo in trasferta a Rimini. Miglior realizzatore Pepper con 24 punti. 21 anche per un super Martinoni.

Coach Stefano Cova, alla prima da capo allenatore Novipiù si affida al solito quintetto composto da Calzavara, Kelly, Pepper, Fall e Martinoni. La partenza è incoraggiante. 7-2, ma con il passare dei minuti Forlì inizia a fare la sua pallacanestro con i rossoblu che entrano in un vortice negativo. Tante palle perse, errori individuali. Gli ospiti mettono la freccia. Due triple dell’ex Valentini scavano il solco. 13-20. Timeout Monferrato. Il roster ruota maggiormente rispetto alla precedente gestione. Spazio per Pianegonda, in campo anche Serafino che segna subito. Primo quarto che si chiude sul 13-20. Tornati in campo nuovo break dei biancorossi. Pascolo è incontenibile. La Novipiù patisce la sua fisicità e di tutti i lunghi di coach Antimo Martino. Con il tempo, si prenderanno i giusti accorgimenti ma in questa fase il divario aumenta. -15. Martinoni da capitano totale prende per mano i suoi. Segna da fuori, da sotto. 29-34. Anche Pepper inizia a fare le prove generali e segna dalla linea dei tre punti. Si va all’intervallo 34-40. È partita viva. Kelly a luci alterne ma inizia a penetrare e farsi sentire di più. Calzavara riprende confidenza con il canestro ma dovrà fare attenzione ai falli. Pascolo è una macchina. Kelly e Johnson si sfidano dalla lunetta. Martinoni con un bel 2+1. La panchina di Forlì è calda. Tecnico fischiato e rossoblu che accorciano sul 55-61 con cui si va all’ultimo riposo. Tornati in campo è bagarre. Battaglia su tutti i palloni. Sale in cattedra Pepper, prestazione monumentale anche la sua. Valentini ancora da tre sembra spezzare l’entusiasmo della tripla di Pepper ma l’americano ha subito pronto il bis. Calzavara ha in mano la palla del pareggio che non arriva. Azione successiva, quinto fallo che fa malissimo. 66-68 con poco meno di 5’ da giocare. Johnson e Allen allungano fino a 6 lunghezze. Fantoma ai liberi, tripla di Pepper. Monferrato è lì. Il sorpasso arriva con Kelly 73-72. È battaglia pura. Forlì ripassa, Pepper la rimette dietro. Si entra nell’ultimo minuto di gioco. Pascolo la rigira sul 75-76 ma prima Kelly e poi Pepper non riescono nel colpo grosso palla in mano. Nel mezzo 1/2 ai liberi di Johnson. Finisce 75-77. Quanto fa male.

Il tabellino:
Novipiù Monferrato – Unieuro Forlì 75-77 (13-20, 21-20, 21-21, 20-16)

Novipiù Monferrato: Dalton Pepper 24 (4/9, 5/11), Niccolo Martinoni 21 (6/8, 2/4), C.j. Kelly 14 (2/5, 2/5), Andrea Calzavara 6 (2/6, 0/3), Abdel Fall 4 (2/8, 0/0), Tommaso Fantoma 4 (1/3, 0/0), Seraphin Kadjividi boussounka 2 (1/1, 0/0), Tommy Pianegonda 0 (0/0, 0/1), Nicolo Castellino 0 (0/0, 0/0), Raffaele Romano 0 (0/0, 0/0), Alessandro Baj 0 (0/0, 0/0), Mario Bertaina 0 (0/0, 0/0)

Unieuro Forlì: Davide Pascolo 20 (10/15, 0/1), Xavier Johnson 16 (7/10, 0/2), Kadeem Allen 14 (4/10, 0/1), Fabio Valentini 9 (0/0, 3/7), Federico Zampini 6 (2/4, 0/2), Todor Radonjic 4 (2/3, 0/0), Daniele Cinciarini 4 (1/3, 0/3), Luca Pollone 2 (1/1, 0/5), Giacomo Zilli 2 (1/2, 0/0), Maurizio Tassone 0 (0/0, 0/0)

Il commento di coach Stefano Cova: “Siamo partiti stupiti della loro fisicità dopo averne parlato tutta la settimana. Lo sapevamo ma abbiamo approcciato in maniera sbagliata all’inizio. Troppe palle perse. Quando abbiamo sistemato alcune cose siamo rientrati nel piano partita e abbiamo espresso il nostro potenziale. Perdiamo per i dettagli. Come ho detto ai giocatori, dico bravi ai ragazzi, ma non ci dobbiamo accontentare.  Abbiamo perso di 2 con Forlì ma noi volevamo la vittoria. L’accontentarsi non deve essere del nostro DNA”.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Iscriviti alla Newsletter

Seguici su Facebook