Asti, Attualità

Bosca apre le porte delle proprie cantine, Patrimonio Unesco, ai partecipanti della Coppa Milano-Sanremo

In occasione della tappa a Canelli, del 15 marzo, la storica casa spumantiera accompagnerà i piloti in un viaggio esperienziale alla scoperta delle proprie “bollicine controcorrente”

Bosca ospiterà i partecipanti della rievocazione storica della Coppa Milano-Sanremo che farà tappa a Canelli il 15 di marzo. I piloti avranno così modo di assaporare le bollicine controcorrente di Bosca all’interno di un contesto unico ed esclusivo: suggestivi racconti di luce e suoni collegano i diversi ambienti, ciascuno teatro di inaspettate scoperte. Ultima tappa, l’immensa sala dedicata all’arte e alla musica, che ospita l’opera d’arte La Piramide dei Sogni di Eugenio Guglielminetti accompagnata delle arie della Casta Diva, andata in scena per la prima volta nel 1831, anno di fondazione di Bosca. 

Protagonista della degustazione l’Asti DOCG Secco della linea Esploro: Spumante secco Metodo Charmat ottenuto da uve moscato bianco 100%. Dal gusto equilibrato, piacevolmente acidulo, note fresche fruttate di pera e mela, sensazioni balsamiche di salvia e citronella e note agrumate di pompelmo rosa. Si percepiscono aromi floreali di gelsomino e biancospino.

Le cantine storiche Bosca di Canelli fanno parte del circuito delle Cattedrali Sotterranee dichiarate, nel 2014, dall’UNESCO Patrimonio Mondiale dell’Umanità nel 50° sito italiano intitolato “I paesaggi vitivinicoli del Piemonte: Langhe, Roero e Monferrato”.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Iscriviti alla Newsletter

Seguici su Facebook