Attualità

Coniolo Fiori 2023 – Bagnata dalla pioggia ma promossa dal pubblico l’edizione “della rinascita”

Nonostante il meteo sono state circa 5 mila le presenze nella giornata di domenica

“CONIOLO FIORI” PIU’ FORTE DEL MALTEMPO
Premio Matteini ad Arturo Croci – Comune diventa “Custode di orchidee”

Bagnata dalla pioggia ma poi baciata anche dal sole l’edizione 2023 di “Coniolo Fiori” e soprattutto promosso dal pubblico nella sua edizione “della rinascita”. Il maltempo che ha inevitabilmente frenato espositori e visitatori non ha impedito il successo all’appuntamento che ha accompagnato il week end sul paese “balcone sul Po”.

«Solo il meteo non ci è stato alleato, ma i motivi di soddisfazione sono tanti e vanno oltre alla pioggia che ha inevitabilmente ridotto e mutato l’originale programma. Appena chiusi gli ombrelli i visitatori hanno raggiunto Coniolo. Domenica pomeriggio grazie al sole possiamo realmente stimare circa 5 mila passaggi» commenta il sindaco Arles Garelli a bilancio della ventunesima pagina di una storia colorata e profumata iniziata a Coniolo ad inizio del nuovo Millennio.

«Inevitabilmente i circa cento espositori si sono ridotti, ma erano oltre una settantina quelli contati domenica. Tutti presenti quelli del settore florovivaistico» rimarca il primo cittadino «Buona la partecipazione anche ai momenti istituzionali ed alle tavole rotonde. Il pubblico ha scoperto anche le altre peculiarità del nostro tra cui il museo di cui tanti hanno varcato la porta, guidati dalle giovani guide alunni dell’Istituto Leardi che hanno gestito anche il servizio Infopoint»

Dopo le fatiche organizzative la condivisione della soddisfazione una volta calato il sipario su “Coniolo Fiori”, espressa anche da parte dei volontari (tra cui associazioni AIB e Carabinieri in congedo) che si sono adoperati affiancando lo staff dell’associazione “Coniolo è…”, sotto il coordinamento di Agostino Giusto. Soddisfazione viene manifestata da quest’ultimo: «se debbo dare un voto dico 8. Giudizio maturato in base alle opinioni raccolte, sia tra i visitatori che gli espositori. Compatibilmente alle oggettive difficoltà dettate dal meteo l’edizione numero 21 è stata assolutamente positiva. Apprezzati gli allestimenti come gli interventi. Un risultato che premia anche gli sforzi da parte del Comune e del sindaco Garelli. Dopo tre anni difficili “Coniolo Fiori” è pienamente tornata e vuole continuare a crescere e migliorarsi. Da oggi stiamo già guardando all’appuntamento 2024 dove punteremo a guadagnarci il 9!».

L’appuntamento 2023, dopo il taglio del nastro aveva vissuto il primo momento istituzionale con la sottoscrizione del documento con cui il Comune di Coniolo è diventato custode delle orchidee selvatiche, aderendo all’accordo “Custodi di Orchidee” nell’ambito del progetto condotto dall’Ente Parco del Po Piemontese.

Gli spazi municipali avevano visto pure la consegna del Premio intitolato a Massimo Matteini conferito nella prima edizione ad Arturo Croci, giornalista, scrittore e divulgatore tecnico punto di riferimento per la floricoltura non solo nazionale (foto 3). Ad indicarne le motivazioni l’agronomo e giornalista Renato Ferretti. Uno dei diversi momenti di confronto che hanno accompagnato la due giorni con altro particolarmente apprezzato condotto dall’architetto Monica Botta, sui giardini terapeutici avendo lei curato tra gli altri quello del centro Borsalino di Alessandria.

Altra attesa presenza quella della francese Mathilde Lunven che aSaint-Priest dal 1988 organizzano la terza più importante manifestazione florovivaistica transalpina.
Tra gli amministratori intervenuti all’inaugurazione di “Coniolo Fiori” gli onorevoli Enzo Amich (che di Coniolo è stato primo cittadino) e Riccardo Molinari, con loro gli assessori regionali, Vittoria Poggio e Marco Protopapa, ed il consigliere della Provincia Benedetto Riccobono. Diversi poi i sindaci presenti a cominciare da Federico Riboldi di Casale a testimoniare la partecipazione del territorio (foto 4).

Presenze istituzionali giunte anche da oltre i confini regionali grazie a Maria Grazia Sassi, consigliera della Provincia di Como, per una sorta di vicinanza tra Lago lariano e colline del Monferrato nel nome dei fiori.

“Coniolo Fiori” è una manifestazione organizzata dal Comune di Coniolo, attraverso l’associazione “Coniolo è…” e gode del patrocinio di Regione Piemonte, Provincia di Alessandria, Ecomuseo della Pietra da Cantoni, Ente Parco del Po Piemontese.

A dare il loro patrocinio Associazione Italiana Direttori e Tecnici Pubblici Giardini ed Asproflor Comuni Fioriti.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Iscriviti alla Newsletter

Seguici su Facebook