Acqui Terme, Cultura

Acqui Terme – Al Museo Archeologico la Mostra “Paesaggio Minuto” con opere di Luca Pancrazzi

Esposizione di Arte Contemporanea dal 2 ottobre, con inaugurazione alle 16,30, fino al 21 novembre 2021

Orari: da mercoledì a sabato ore 9,30-13,30/15,30-17,30 domenica: ore 11.00-13.30/15.30-17.30 – chiusura lunedì e martedì, info museo 0144 56555; www.acquimusei.it

Luogo: Museo Archeologico, Via Morelli 2 – Castello dei Paleologi, 15011 Acqui Terme (AL)

Organizzazione: Associazione Amici dei Musei Acquesi con il Patrocinio del Comune di Acqui Terme, con la collaborazione della Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio delle province di Alessandria, Asti e Cuneo e della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria.

Catalogo: Editrice Gli Ori, disponibile all’inaugurazione Info: amicimuseiacquesi@gmail.com cell. 3492263812

L‘esposizione fa parte del Progetto “Tra-Secolare-attraverso i secoli con un po’ di stupore”, ideato e organizzato dall’Associazione Amici dei Musei Acquesi e inaugurato nel 2019 con la Mostra di Alice Cattaneo.

“Paesaggio Minuto”, la mostra creata ad hoc da Luca Pancrazzi per gli spazi del Museo Archeologico di Acqui Terme, è un continuo gioco di rimandi visivi e riflessioni spazio-temporali. Convivono nelle teche i reperti archeologici e l’ultima affascinante produzione artistica dell’artista: forme archetipe di automobili inserite in paesaggi metafisici e piccoli paesaggi urbani di terracotta” realizzati coi minuti contati, con quel lasso di tempo che assomiglia al tempo di: “Arrivo tra un minuto!” Sono paesaggi minuti perché magri, e piccoli, veloci e al tempo stesso che trasmettono la potenza del materiale e l’energia in scala della Terra. Sono sculture realizzate durante periodi di spazio e di tempo a rarefazione modificata, realizzati cioè in quei momenti dove il tempo si dilata in maniera intima.” Spazio e tempo ritornano anche negli orizzonti urbani delineati da un segno che scorre continuo su strisce di carta da percorrere con lo sguardo. Un video della durata di 32 minuti descrive questo processo: la telecamera riprende lentamente, avanzando da sinistra a destra in un viaggio nello spazio e nel tempo, un paesaggio dilatato lungo 30 metri. Sarà compito della nostra mente ricomporne i frammenti visivi e ricostruirlo.

Luca Pancrazzi nasce a Figline Valdarno nel 1961. Vive e lavora a Milano.
Dopo gli studi accademici a Firenze viaggia negli Stati Uniti. Lavora come assistente di Sol Lewitt e nello stesso periodo a Roma per Alighiero Boetti.
Si esprime attraverso la pittura, il disegno, la fotografia, il video, l’installazione ambientale, la scultura, azioni in condivisione con altri artisti e progetti editoriali.

Tra i progetti che lo vedono tra i fondatori ricordiamo: Importé d’Italie (1982), ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUVWXYZ (1986), De-ABC (2002), Madeinfilandia dal 2010 e, dal 2015, Spazio C.O.S.M.O. a Milano.
Dal 1996 è invitato ad una serie di esposizioni internazionali tra cui la Biennale di Venezia (1997), la Triennale di New Dehli (1997), Biennal of Cetinje (1997), Triennale di Vilnius (2000), Biennal of Valencia (2001), Moscow Biennal of Contemporary Art (2007), Quadriennale di Roma (2008).

Alcuni tra i numerosi spazi pubblici che hanno presentato il suo lavoro: Whitney Museum of American Art at Champion (1998), P.S.1 Contemporary Art Center (1999), Galleria Civica di Modena (1999), Museo Marino Marini (2000), Palazzo delle Papesse (2001), Museo Revoltella (2001), Galerie Lenbachhaus und Kunstbau (2001), GAMEC (2001), Museo Cantonale d’Arte di Lugano (2002), Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci (2002), Zentrum Fur Kunst und Medientechnologie (2003), PAC (2004, MART Trento e Rovereto (2005), MAMbo (2006), Macro (2007), Vietnam National Museum of Fine Arts (2007), Moscow Museum of Modern Art at Zurab Gallery (2007), Fondazione Pomodoro (2010), SMS Museo per Bambini di Siena (2010). Mambo (2012), Palazzo Te (2016).

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

dynamore-centro-nuoto-casale-monferrato-12-ore-2021

Seguici su instagram!

Iscriviti alla Newsletter

Seguici su Facebook