Attualità, Casale Monferrato

Un altro intervento per la chiesa di Santa Caterina: il restauro della facciata

Al termine dei lavori su lanterna, cupole e tamburo, la chiesa di Santa Caterina si appresta a essere sottoposta a un altro importante intervento: il restauro della facciata, sulla quale è stato constatato un forte degrado degli elementi architettonici. L’operazione, frutto dell’ormai consolidata collaborazione tra Ente Trevisio e Associazione Santa Caterina Onlus, è resa possibile grazie all’agevolazione del cosiddetto “bonus facciate”. I delicati passaggi necessari all’avvio dei lavori, condivisi e deliberati dai due Consigli nel primo incontro congiunto dal rinnovo del CdA dell’Ente, sono stati curati negli aspetti legali e amministrativi dai professionisti consulenti della Onlus e presentati dai presidenti Giuseppe Abbenante e Marina Buzzi Pogliano al sindaco Federico Riboldi, che ha accolto l’iniziativa con molta soddisfazione e gratitudine.

General Contractor è AR Arte e Restauro SrL, impresa qualificata di Padova che ha già lavorato sulle cupole nel lotto di lavori appena concluso; i ponteggi sono di IMR Refrattari di Brescia; i professionisti incaricati per la progettazione e direzione lavori sono l’architetto Enrica Caire, l’ingegner Simone Giordano e l’architetto Sara Vecchiato, affiancati dal coordinatore della sicurezza geom. Giovanni Spinoglio e suoi collaboratori. Project manager l’architetto Claudio Colli. 

In attesa del nulla osta della Soprintendenza, è in programma una prima fase di indagini volta a verificare il degrado e le finiture in maniera ravvicinata tramite l’accesso ai ponteggi, la cui consegna è prevista entro venerdì 10 settembre.

Per tutto il periodo dei lavori la chiesa resterà accessibile da via Trevigi 16 (martedì mercoledì e venerdì 9.30-12.30 e mercoledì 15.30-18.30), anche durante Casale Città Aperta, sabato dalle 15.30 alle 18.30; domenica dalle 10 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30. (prossimi: 11-12 e 18-19 settembre). Un’occasione per entrare il coro delle Monache e, attraverso il passaggio della sagrestia, ammirare da vicino lo splendore dell’altare e degli affreschi dell’intero complesso barocco della chiesa esterna che affaccia su piazza Castello. 

Un’opportunità unica, quella del restauro della bellissima facciata barocca, per riqualificare un angolo di piazza Castello che si presenta come “biglietto da visita” della Città, resa possibile grazie al costante e determinato impegno di Santa Caterina Onlus, che in questa occasione si traduce in una importante assunzione di responsabilità. I ponteggi permettono di dare ampia visibilità agli sponsor che vorranno sostenere e condividere l’impegno nel salvare la bellezza della chiesa che sta nel cuore di tutti i casalesi e non solo. Per maggiori informazioni su come diventare sostenitori del restauro: info@santacaterinacasalemonferrato.it, 0142 591375.

A proposito di campagna di sensibilizzazione sul restauro della chiesa di Santa Caterina, i Lions Marchesi del Monferrato hanno in programma per martedì 28 settembre alle ore 18.30 un aperitivo benefico di raccolta fondi con partecipazione ad offerta (minimo € 30): la suggestiva location scelta è quella degli spalti del Castello del Monferrato. La prenotazione è obbligatoria e deve pervenire entro martedì 21 settembre a: info@santacaterinacasalemonferrato.it – gmsavio@gmail.com.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Seguici su instagram!

Iscriviti alla Newsletter

Seguici su Facebook