Acqui Terme, Cultura

Acqui Terme – Scrivere e raccontare il passato: il premio Acqui Storia forma i docenti

Formare i docenti scolastici per insegnare a scrivere e a raccontare la Storia, anche a un pubblico non specializzato. Il Premio Acqui Storia lancia il progetto Scrivere di Storia, un ciclo seminariale che vedrà coinvolti nomi autorevoli della ricerca nel panorama italiano e internazionale. 

Il Comune di Acqui Terme ha pertanto attivato un accordo di rete che prevede come scuola capofila l’IIS “Parodi” di Acqui Terme. 

Il ciclo è composto da dieci webinar della durata di circa 90 minuti cadauno per un totale di 20 ore, e prevede la partecipazione di esperti a livello nazionale e internazionale, tra i quali i membri delle giurie delle tre sezioni del Premio Acqui Storia. L’obiettivo è quello di fornire uno strumento per la formazione del personale docente di tutti gli Istituti d’Istruzione secondaria di II grado, approfondendo i temi del programma didattico. 

Il format dei webinar prevede la partecipazione di tre o quattro relatori, con moderatrice Michela Ponzani, storica e conduttrice televisiva di programmi di divulgazione storica per Rai Cultura. Saranno indagate e approfondite le ultime ricerche pubblicate sulle riviste specializzate, in particolar modo sulle vicende che hanno segnato il ‘900, che sempre più appassionano le giovani generazioni e in generale il pubblico. Il ciclo di seminari termina con la presentazione di un prodotto multimediale sugli argomenti trattati redatto dai partecipanti. 

Il corso si rivolge sia ai docenti di ruolo che potranno iscriversi sulla Piattaforma Sofia (codice identificativo 62934) sia ai docenti non di ruolo che potranno invece iscriversi tramite link ad hoc (Modulo di iscrizione per docenti a TD)

«Il Premio Acqui Storia allarga i suoi orizzonti e diventa strumento formativo per il personale docente – spiega l’assessore alla Cultura, Cinzia Montelli –. Siamo molto contenti che questo progetto sia stato accolto con entusiasmo dall’Istituto “Parodi”, che sarà la scuola capofila. Il nostro scopo è quello di rendere questo evento un punto di riferimento culturale per la comunità. Vogliamo che la città si appropri del Premio Acqui Storia per renderlo un mezzo importante di sviluppo personale e di crescita culturale e sociale. Desidero ringraziare la dott.ssa Michela Ponzani, neo Presidente di giuria nella sezione divulgativa del Premio Acqui Storia, che con il suo impegno sta lavorando al fine di rafforzare e internazionalizzare il Premio stesso». 

«L’Istituto “Parodi” ha accolto con estremo piacere la possibilità di poter realizzare questo ciclo seminariale – dichiara la dirigente scolastica dell’IIS “Parodi”, Silvia Miraglia –. Il percorso, attuato in sinergia con il Comune di Acqui Terme e con il prestigioso Premio Acqui Storia, costituirà certamente una importante occasione per garantire ai docenti un aggiornamento di qualità, con indubbie ricadute positive sulla didattica. L’Istituto “Parodi” provvederà a rilasciare ai docenti regolare attestato di partecipazione». 

Il Premio Acqui Storia è uno dei più prestigiosi premi letterari del panorama culturale italiano e internazionale. È nato nel 1968 per onorare la memoria della Divisione Acqui e ricordarne l’eccidio consumatosi nel settembre 1943 nelle isole ioniche di Cefalonia e Corfù. La 54° edizione del Premio Acqui Storia si svolgerà nel mese di ottobre. È sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, massimo ente finanziatore del premio, dalla Regione Piemonte, dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Torino, e dal Comune di Acqui Terme, a cui fa capo, come Ufficio Cultura, la concreta organizzazione della manifestazione. L’evento è supportato dall’Associazione Nazionale Divisione Acqui. 

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Seguici su instagram!

Iscriviti alla Newsletter

Seguici su Facebook