Reporter, Video

Progetto: ” Il Campo degli Eroi ” valorizzazione del Presidio del Distretto Militare di Casale Monferrato

Nella sala consiliare del Palazzo Municipale – Lunedì 8 aprile – è stato presentato il progetto “Il Campo degli Eroi” che si prefigge lo scopo di valorizzare l’area definita “Presidio del Distretto Militare di Casale Monferrato” e situata all’interno del cimitero comunale.
Si tratta di un accordo di manutenzione e pulizia dell’area sottoscritto da Comune di Casale Monferrato, AMC Azienda Multiservizi Casalese, Gruppi Volontariato Vincenziano e ANA Associazione Nazionale Alpini di Casale Monferrato.

Guarda il video

L’area interessata, attualmente degradata, acquisirà maggiore dignità attraverso pulizia e manutenzione. Divisa in due settori da un vialetto in asfalto, l’area presenta sul lato destro la zona con le tombe dei caduti durante la Seconda Guerra Mondiale e dei militari morti di stanza nei reparti di Casale Monferrato oltre a un monumento; sul lato sinistro c’è una zona più grande con oltre quattrocento morti durante la Prima Guerra Mondiale.

In una prima fase di lavori verrà asportato il materiale che deturpa la zona (rami, vasi rotti, scarti vari) e verranno pulite le lapidi rendendo leggibili i nomi. In un secondo momento verranno potati gli alberi, quindi ripristinate le lapidi danneggiate dal tempo.  

Le attività saranno svolte dalle fasce più vulnerabili della comunità, che si trovano in situazioni di disagio economico-sociale e a rischio emarginazione. Gli interventi di manutenzione saranno preventivamente concordati con il Comune e con AMC. L’ANA fornirà agli incaricati, individuati dai GVV (che finanziano il progetto con una somma fino a 6.000 euro), il materiale necessario per effettuare i lavori.

Agli incaricati volontari verrà riconosciuto un sostegno economico mensile di 250 euro per un massimo di tre mesi (aprile, maggio e giugno 2019). L’iniziativa potrà essere estesa anche ai mesi di settembre-ottobre a discrezione dei GVV (che, in tal caso, finanzierà il progetto con ulteriori 4.000 euro).

«Si tratta di un’ulteriore buona pratica nata dalla collaborazione tra il Comune e le associazioni di volontariato che consentirà il recupero di un importante monumento della nostra memoria storica ma anche di aiutare le persone in difficoltà attraverso la dignità del lavoro» spiega il sindaco Titti Palazzetti.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Iscriviti alla Newsletter

Seguici su Facebook