Cultura

Camagna Monferrato – Continua il percorso di valorizzazione della figura di Sant’Eusebio

Il percorso di valorizzazione della figura di S. Eusebio, come elemento alla base dell’origine e dell’identità anche storica di molti borghi monferrini, tra cui, ricordiamo oltre Camagna anche Cortiglione di Robella, Castelnuovo Don Bosco, Cardona di Alfiano Natta, Fabiano di Solonghello, Cressano e Zotengo di Ottiglio, Varengo, Uviglie di Rosignano, Parmengo di Tonco, Corteranzo di Murisengo, Castelletto Merli, Cavagnolo, Lauriano e Coniolo. 

Proseguirà domenica 28 novembre, alle ore 15:30 presso la chiesa parrocchiale di Camagna Monferrato, con l’approfondimento del tema S. Eusebio e la conversione dei longobardi, con la storica medievista Elena Percivaldi, vincitrice del Premio Italia Medievale 2009 per il volume La navigazione di San Brandano, nonché autrice di diversi libri divulgativi sulla storia di questo popolo, così fondamentale per la storia d’Italia quanto poco affrontato nei libri scolastici, probabilmente perché a cavallo tra periodi (fine dell’Impero romano e Medioevo dei comuni) in cui si tende spesso a liquidare quel periodo come “secoli bui”. La relatrice, invece, parlerà di come il periodo fosse tutt’altro che oscuro e, con la lettura di alcuni passaggi delle ricerche dello storico camagnese Enzo Luparia a quelle del vercellese don Santino Ravizza, emergerà come l’indicazione toponomastica o la dedicazione esaugurale delle chiese a S. Eusebio, possa in realtà rivelare un’importantissima indicazione sul periodo di fondazione di alcuni dei borghi monferrini menzionati.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Iscriviti alla Newsletter

Seguici su Facebook