Attualità

Grande affluenza di pubblico e operatori alla seconda edizione dell’evento “Il Nizza è”

Le giornate di degustazioni aperte al pubblico, di sabato e domenica, hanno accolto sia visitatori italiani, in particolare dal Piemonte e dalla Lombardia, sia stranieri provenienti dal Nord Europa. In aumento anche le adesioni per la giornata del 4 ottobre dedicata agli operatori

“Il Nizza èprosegue il suo percorso di crescita e di affermazione come momento autunnale dedicato al Nizza DOCG in grado di coinvolgere in modo proattivo e professionale non solo i Wine Lovers, ma anche gli operatori del settore. 

L’evento ideato e promosso dall’Enoteca Regionale di Nizza Monferrato,in collaborazione con l’Associazione Produttori del Nizza e la Città di Nizza Monferrato esvoltosi dal 1° al 4 ottobre a Nizza Monferrato, ha infatti registrato, rispetto al 2020, un aumento di circa un +28% dell’afflusso ai banchi di assaggio dedicati al grande pubblico e di circa un +20% della partecipazione degli operatori nella giornata dedicata del lunedì.

Inoltre, anche le due degustazioni “Il Nizza è…tra le stelle”, grande novità di quest’anno dedicata al Nizza DOCG insieme a 4 grandi Rossi italiani con in abbinamento le creazioni dello chef stellato Maurilio Garola del ristorante “La Ciau del Tornavento” di Treiso, hanno riscosso un grande successo andando sold out.

“Abbiamo ottenuto risultati oltre le aspettative, tenendo presente anche il contesto attuale legato al Covid. Sono sempre più convinto che l’intuizione, emersa attraverso il confronto con l’Associazione Produttori del Nizza e la Città di Nizza Monferrato, di creare un evento nuovo di alto profilo per valorizzare il legame tra il territorio e la sua denominazione, sia stata vincente. Durante le giornate di manifestazione abbiamo potuto constatare che molti visitatori, dopo le degustazioni, hanno poi fatto un passaggio presso l’Enoteca per ulteriori delucidazioni e per portare il Nizza DOCG anche nelle loro case.” commenta Mauro Damerio, Presidente dell’Enoteca Regionale di Nizza Monferrato. “Sono orgoglioso dei risultati conseguiti e continueremo a far crescere l’iniziativa con uno spirito sempre più professionale e internazionale.” conclude Mauro Damerio.

Questa seconda edizione ci ha confermato che il Nizza DOCG ha ancora molto da dire al proprio pubblico. Da quasi 20 anni l’Associazione segue la promozione di questa denominazione, sia in Italia che all’estero, e il fatto che in occasione di “Il Nizza è” sia emerso in modo tangibile l’interesse del pubblico e degli operatori ad approfondire la conoscenza del Nizza DOCG non fa altro che darci un ulteriore stimolo a proseguire su questa linea.” commenta Stefano Chiarlo, Presidente dell’Associazione Produttori del Nizza. “Inoltre, quest’anno abbiamo coinvolto anche alcuni giornalisti stranieri per fargli vivere l’esperienza di questa manifestazione e scoprire il territorio. Un gruppo variegato di giornalisti, specializzati vino, provenienti da Belgio, Danimarca, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Russia, Svezia e Svizzera.” conclude Stefano Chiarlo. 

“La manifestazione che si è svolta a Nizza Monferrato è stata una grande opportunità per la promozione del nostro territorio e del Nizza DOCG. Direi che “Il Nizza è” possa diventare un appuntamento di alto livello e una grande possibilità per i produttori del Nizza DOCG per promuovere il loro prodotto. Grazie alle sinergie attivate dalla collaborazione tra l’Enoteca Regionale di Nizza, la Città di Nizza Monferrato e l’Associazione Produttori del Nizza si è ottenuto un ottimo risultato.” commenta Simone Nosenzo, Sindaco della Città di Nizza Monferrato. “La situazione pandemica ha impedito la realizzazione del “Nizza è barbera” nel 2020 e nel 2021 e “Il Nizza è” è stato ideato appunto per mantenere il contatto tra il territorio nicese e il mondo del vino: una dimostrazione di come una situazione penalizzante possa diventare da stimolo per nuove idee e per trasformare una difficoltà in una opportunità. Anche quest’anno è stato molto importante il supporto dell’Associazione Italiana Sommelier che ha condotto le degustazioni sotto il profilo tecnico didattico.” conclude il Sindaco. 

“Il Nizza è” è stato realizzato grazie alla Regione Piemonte, con il patrocinio del Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato, dell’Associazione per il Patrimonio dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe Roero e Monferrato, della Provincia di Asti e della Comunità collinare Vigne & Vini, con la collaborazione del Consorzio Tutela Vini Colli Tortonesi, il supporto tecnico della delegazione astigiana dell’AIS (Associazione Italiana Sommelier) e la sponsorizzazione di Diam Bouchage e di Belbo Sugheri.

ENOTECA REGIONALE DI NIZZA MONFERRATO
L’Enoteca Regionale di Nizza Monferrato si può considerare la casa dei produttori del Nizza DOCG e della Barbera d’Asti contando più di 150 associati e più di 400 etichette diverse di Barbera. Presso il punto vendita vi è un’ampia rappresentanza di tutti i produttori della nostra zona con ampia scelta. Promuoviamo il vino e i prodotti tipici a livello locale attraverso il punto vendita, il ristorante “La signora in rosso” e in occasione di nostri eventi come “Nizza è Barbera”. Inoltre, è possibile effettuare anche acquisti online sul sito www.enotecanizza.it.  
Sede in Via Crova, 2 a Nizza Monferrato (AT). www.enotecanizza.it – FB @enotecanizza – IG @enotecanizza

ASSOCIAZIONE PRODUTTORI DEL NIZZA
L’Associazione Produttori del Nizza nasce il 19 novembre 2002 con l’obiettivo di valorizzare e promuovere l’eccellenza della denominazione NIZZA ed è attualmente costituita da 69 soci. L’Associazione rappresenta più del 90% dei produttori che imbottigliano il Nizza. Gli organi dell’Associazione sono il Presidente Stefano Chiarlo, i vicepresidenti Giovanni Bertolino e Daniele Chiappone e il Consiglio di amministrazione. Sede presso l’Enoteca Regionale in Via Crova, 2 a Nizza Monferrato (AT).
www.ilnizza.net – FB @IlNizza– IG @ilNizza

CITTA’ DI NIZZA MONFERRATO
La città di Nizza Monferrato si trova nel centro del Piemonte, nell’Alto Monferrato. Presenta un paesaggio collinare che, unitamente al clima temperato, risulta essere particolarmente favorevole alla coltivazione della vite.  Il vitigno di punta di queste colline è il Barbera ed in particolare del NIZZA D.O.C.G. L’utilizzo del nome geografico “NIZZA” invece che del vitigno concentra come brand in un nome la tradizione, la cultura e un territorio unico. E proprio la grande interazione dell’uomo con il suo ambiente naturale ha fatti sì che nel 2014 la città di Nizza Monferrato entrasse a far parte quale “core zone” del 50° sito italiano del Patrimonio Mondiale Umanità UNESCO, come testimonianza vivente della tradizione storica della coltivazione della vite unitamente ad una lunga e costante evoluzione delle tecniche e della conoscenza sulla viticoltura.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

dynamore-centro-nuoto-casale-monferrato-12-ore-2021

Seguici su instagram!

Iscriviti alla Newsletter

Seguici su Facebook