Attualità

Dopo cinquant’anni Domenica 10 ottobre ritorna la Fiera Bovina di Sant’Eusebio a Ottiglio

Dopo cinquant’anni, domenica 10 ottobre ritorna la storica ”Fiera Bovina di Sant’Eusebio” a Ottiglio. L’appuntamento, che si svolgerà nell’area espositiva di via Mazza, ha origini lontane. Nasce alla fine del 1800 e prosegue fino agli anni ’70; ha animato il territorio con espositori e visitatori da tutto il Piemonte e da altre regioni italiane. Molto sentita dalla cittadinanza ottigliese, la Fiera si svolgeva storicamente tutti gli anni nel mese di agosto, in coincidenza con la festa patronale di “Sant’Eusebio”.  

La manifestazione, aperta a tutti, vede gli animali come veri protagonisti.   

La Fiera Bovina di Ottiglio è molto più di un momento d’incontro tra allevatori e compratori: è un’occasione per la cittadinanza di riscoprire e valorizzare un patrimonio culturale ricchissimo.    

L’allevamento di bovini di razza piemontese, uno dei fiori all’occhiello del territorio, rappresenta un altissimo esempio di quel Made in Italy in cui l’innovazione tecnologica ha valorizzato una tradizione secolare di assoluta eccellenza. L’allevamento rappresenta, ancora oggi, un vero e proprio patrimonio culturale locale che mette al centro il benessere degli animali, la loro cura e quella del loro ambiente. Questo si traduce in carni con caratteristiche eccezionali, apprezzate in tutto il mondo.   

La carne piemontese, di altissima qualità e con caratteristiche organolettiche uniche, è tra le più pregiate del mondo. A Ottiglio sono attualmente allevati più di 450 bovini di Razza Piemontese ad alta genealogia. La Fiera, che vuol essere un omaggio agli allevatori del paese e di tutto il Monferrato, mette al centro la Razza Piemontese, orgoglio  del territorio, in un contesto paesaggistico bellissimo.   

Durante la giornata si terrà la cerimonia di premiazione per riconoscere le eccellenze ed il duro lavoro degli allevatori che, con grande impegno, tengono accesa una tradizione secolare. La giuria sarà composta da esperti del settore: medici veterinari, macellai, allevatori. Per poter partecipare gli allevatori dovranno garantire l’assoluto rispetto del benessere dell’animale in allevamento, durante il trasporto e in fiera.  

Per i visitatori la Fiera Bovina di Ottiglio sarà un’occasione unica per trascorrere una giornata diversa tra le colline patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, dove scoprire la Razza Piemontese ed il suo allevamento basato sulla cura dei capi, assaggiare specialità locali, ed esplorare un territorio ben preservato, in cui uomo e natura convivono in equilibrio.   

In occasione della Fiera, la Pro Loco di Ottiglio offrirà un punto di ristoro con menù tipico monferrino, tra cui spicca il bollito misto di Razza Piemontese.  

Durante tutta la giornata saranno allestiti un mercatino dei prodotti del territorio ed un’esposizione di trattori e attrezzature agricole storiche. 
 In orario 10 – 12 e 15 – 17 si potranno visitare gli Infernot privati e la Chiesa di San Germano. 

Programma della giornata:   
·        6,30/9 arrivo animali;  
·        8:30 apertura al pubblico; 
·        9.30/11 valutazione degli animali da parte della commissione ; 
·        11.30 premiazione;  
·        12.30 bollito misto presso lo stand della Pro Loco (per prenotare, contattare Martina Vergnasco al numero 347 291 5628).  

Tutte le attività si svolgeranno secondo le disposizioni per la prevenzione del Covid-19. Ai visitatori è richiesto il Green Pass per accedere all’area della fiera.   

Informazioni utili e aggiornamenti saranno pubblicati sulla pagina Facebook del Comune di Ottiglio a questo link: https://www.facebook.com/comune.ottiglio    

Informazioni su Ottiglio  
Il territorio ottigliese offre ai visitatori molte opportunità. Ottiglio è situato a mezz’ora da Asti, meno di un’ora d’auto da Torino, un’ora e trenta minuti da Milano e Genova, in un contesto naturale eccezionale. È un’ottima destinazione per week-end e periodi di vacanza nella natura, che consente di conoscere e apprezzare un meraviglioso territorio  con  paesaggi straordinari tra le colline riconosciute Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, e un ricchissimo patrimonio culturale basato su un equilibrio millenario tra uomo e ambiente. A Ottiglio si possono ritrovare i ritmi delle stagioni e un paese che risale al Medioevo, di cui rimangono a testimonianza le chiese romaniche che punteggiano il territorio e le case con la caratteristica pietra di cantone. La prossima copertura della banda larga rende Ottiglio una meta ideale anche per i nomadi digitali. Sono disponibili soluzioni abitative a costi accessibili e agevolazioni regionali per i nuovi residenti.  

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

dynamore-centro-nuoto-casale-monferrato-12-ore-2021

Seguici su instagram!

Iscriviti alla Newsletter

Seguici su Facebook