Attualità, Chivasso

Chivasso – Il Comune patrocina il progetto “Città ad impatto positivo” della Sezione Uildm “Paolo Otelli” e Pmg Italia

Tecnici al lavoro anche per il Peba – Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche

Chivasso si candida a diventare “Città ad impatto positivo”. La Giunta Comunale ha infatti concesso il patrocinio al progetto di pubblica utilità promosso dalla Sezione chivassese dell’Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare Uildm “Paolo Otelli” e da Pmg Italia, società benefit per la mobilità garantita.

Tra le finalità dell’iniziativa, sono previste azioni di riqualificazione ambientale come la piantumazione di nuovi alberi in un’area comunale che verrà individuata dall’Area Governo del Territorio. 

«L’obiettivo che ci si prefigge – ha spiegato l’assessore comunale alle Politiche Ambientali Pasquale Centin – è di generare impatto positivo verso l’ambiente e la società, riqualificando un’area del territorio comunale attraverso la piantumazione di alberi pari al numero dei sostenitori del progetto. Da una prima valutazione fatta – ha anticipato Centin – la scelta potrebbe ricadere su un’area a verde posta a nord del muro di cinta dell’ex Convento dei Cappuccini. L’iniziativa salda sensibilità ambientale ed attenzione verso cittadini fragili. Un bell’esempio di collaborazione tra privato, pubblico e mondo del volontariato».

Il progetto considera inoltre misure di innovazione al servizio della fragilità e presenta per la Uildm l’opportunità di ricevere in comodato d’uso gratuito un mezzo attrezzato per il trasporto di persone con difficoltà motorie. 

«Ringraziamo Pmg Italia – ha detto il presidente della sezione Uildm di Chivasso Renato Dutto – per la fornitura di un Doblò attrezzato per persone disabili che permetterà alla Uildm di soddisfare le tante richieste di trasporto da parte dei propri soci e non, visto che l’automezzo dalla Uildm verrà messo a disposizione di tutte le persone con disabilità motoria. Un grazie al sindaco Claudio Castello ed alla Giunta comunale – ha concluso Dutto – per aver condiviso questo progetto».

«Patrociniamo con ambizione e sensibilità il progetto di Uildm e Pmg – ha commentato da parte sua il sindaco Claudio Castello -, consapevoli che ambiente, società ed economia siano un trinomio integrato e non compartimenti stagni disinteressati dalle esigenze delle fragilità del territorio. Chivasso presenta le condizioni e i fattori giusti per concretizzare l’idea di una realtà urbana ad impatto positivo. Prestiamo grande attenzione a queste tematiche che coinvolgono enti, imprese, associazioni e persone in una cultura del cambiamento e a dimostrazione di ciò – ha anticipato il primo cittadino -, stiamo per dotarci del Peba, il Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche, uno strumento previsto per legge allo scopo di monitorare e superare le barriere architettoniche presenti sul territorio. Si tratta di una misura di civiltà per tutelare il diritto all’accessibilità e all’inclusione».

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

dynamore-centro-nuoto-casale-monferrato-12-ore-2021

Seguici su instagram!

Iscriviti alla Newsletter

Seguici su Facebook