Casale Monferrato, Cultura

Collezione Bistolfi: con l’arrivo dei disegni si arricchisce il patrimonio culturale della città

Riboldi e Fracchia: «Ora la valorizzazione di queste straordinarie opere del grande simbolista casalese»

Anche il corpus di disegni di Leonardo Bistolfi, acquisiti a inizio anno con la donazione al Comune di Casale Monferrato voluta dagli eredi dell’artista, è giunto in Museo dopo un primo intervento conservativo. 

I delicati lavori sono stati eseguiti dallo Studio Soseishi di Torino e hanno previsto la rimozione delle polveri superficiali e la messa in sicurezza dei materiali che nel tempo avevano subito i danni maggiori.

Sono più di duecento i pezzi – alcuni di straordinaria qualità – che contribuiranno ad approfondire e arricchire gli studi sul percorso artistico dello scultore casalese, uno dei più alti interpreti del Simbolismo europeo.

«Con l’arrivo dei disegni – hanno spiegato il sindaco Federico Riboldi e l’assessore Gigliola Fracchia – ci si avvia alla conclusione del trasferimento delle opere della collezione Bistolfi a Casale Monferrato. Un patrimonio straordinario, conservato gelosamente dagli eredi, che sarà presentato al pubblico nella sala allestita come deposito visitabile. In particolare, per i disegni, stiamo valutando di realizzare alcune riproduzioni fotografiche che saranno inserite all’interno dell’attuale percorso della Gipsoteca, in modo da farle dialogare direttamente con le sculture poi realizzate. Questo attento lavoro di valorizzazione è stato reso possibile dal prezioso contributo erogato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e dalla Fondazione Crt».

I disegni si aggiungono ai gessi, alle plastiline, alle terracotte, ai dipinti e al patrimonio librario che in questi mesi è giunto dalla donazione della famiglia Bistolfi: un patrimonio culturale unico, che contribuirà a valorizzare e a far conoscere il “genio” di Leonardo Bistolfi.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Iscriviti alla Newsletter

Seguici su Facebook