Casale Monferrato, Cultura

Le attività al Museo Civico di Casale Monferrato per il mese di settembre

Tradizionalmente il mese di settembre coincide, oltre alla ripresa delle attività lavorative e scolastiche, con una vasta offerta di manifestazioni cittadine legate al vino e all’offerta turistica/culturale.

Il Museo Civico si inserisce in questo nutrito programma proponendo una serie di attività curate del proprio personale con momenti di approfondimento delle collezioni d’arte esposte nell’ex convento di Santa Croce, anche il lingua inglese per venire incontro alle richieste dei turisti.

Per l’accesso a tutte le proposte è necessario esibire il green pass, indossare la mascherina e mantenere l’opportuno distanziamento.

Bistolfi e la Musica
a cura di Dario Salvadeo
Sabato 11 e domenica 12 settembre, ore 15.30

In questo weekend il Museo non solo farà parte del circuito di “Casale Città Aperta” (www.comune.casale-monferrato.al.it/cca) ma ospiterà mini concerti curati da Monfrà Jazz Festival (www.monjazzfest.it) . A questi eventi si accompagna un doppio appuntamento culturale per approfondire una serie di opere del grande artista Leonardo Bistolfi legate al mondo della musica: a cominciare dall’affascinante ritratto di Beethoven e ai rapporti con il committente, il musicista Luigi Ernesto Ferraria. Le visite racconteranno celebri sculture, alcune pubbliche, altre meno note, le relazioni con i suoi committenti, oltre alle passioni e agli interessi di un grande protagonista del Simbolismo italiano. 

Ingresso gratuito, max 15 persone, gradita la prenotazione ai numeri 0142/444.249 – 444.309.

Racconto per immagini: l’oratorio di S. Pietro Martire
a cura di Barbara Corino
Giovedì 16 settembre, ore 21

Secondo appuntamento serale proposto dal Museo Civico: l’obiettivo è quello di offrire una visita in un luogo rappresentativo della storia e dell’arte casalese. L’oratorio di S. Pietro Martire, a fianco della più nota chiesa di San Domenico, ospita al suo interno pregevoli e ben conservati affreschi dell’artista Giorgio Alberini, formato alla bottega del celebre Guglielmo Caccia, detto il Moncalvo. Un’imperdibile occasione per visitare un luogo meno conosciuto rispetto all’adiacente S. Domenico, dove la pittura si dispiega in un vero e proprio racconto per immagini.

Biglietto di ingresso: euro 2,50; non è richiesta la prenotazione.

Scopri il Museo di Casale Monferrato
a cura di Beatrice Cavagnolo
sabato 18-25 settembre alle 17:00 e domenica 19-26 settembre alle 11:00

Unisciti alla nostra visita guidata da volontari per scoprire la storia della collezione del Museo ed esplorare alcune delle opere d’arte più famose delle mostre. Dalle donazioni della famiglia Leardi ai capolavori dei Bistolfi, i visitatori faranno una passeggiata tra opere di ispirazione caravaggesca e reperti delle esplorazioni in Asia orientale di Carlo Vidua. La visita si concentrerà sugli elementi chiave della collezione del Museo fornendo un’introduzione generale alle mostre attualmente disponibili.
Nota: dal 6 agosto, tutti i visitatori di età superiore a 11 anni devono presentare un Green Pass o un certificato UE COVID

I tour durano 1 ora e i biglietti costano 2,50 €. La prenotazione non è obbligatoria

Lombroso e  il “Poeta della Morte”
a cura di Costanza Biani
Domenica 19 settembre, ore 17.00

Approfondimento dedicato al monumento per Cesare Lombroso, collocato a Verona, eseguito da Leonardo Bistolfi nel 1922, le cui opere preparatorie sono conservate all’interno della Gipsoteca. Sarà un’occasione per delineare il rapporto umano tra due importanti figure di spicco nella Torino tra ‘800 e ‘900: Cesare Lombroso, medico, antropologo, filosofo e padre della criminologia moderna e Leonardo Bistolfi, scultore e intellettuale, esponente internazionale della corrente artistica del Simbolismo.

Biglietto d’ingresso € 2,50; non è richiesta la prenotazione.

Bistolfi e il suo cenacolo. Arte e amicizia nelle raccolte civiche
a cura di Jessica Tocco
Domenica 26 settembre, ore 17:00

L’approfondimento vuole dare testimonianza, attraverso le opere dei protagonisti dell’Ottocento piemontese, della vivida stagione artistica tra Ottocento e Novecento: il racconto della vita, della società e della politica di quell’epoca attraverso gli occhi di chi ha condiviso arte, valori e amicizia con il maestro del Simbolismo italiano.

Biglietto d’ingresso € 2,50; non è richiesta la prenotazione.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Seguici su instagram!

Iscriviti alla Newsletter

Seguici su Facebook