Attualità, Casale Monferrato

Le iniziative nel mese di maggio del Comitato ANDOS Casale

Maggio pieno di attività per il Comitato A.N.D.O.S. di Casale Monferrato. Sono infatti molteplici le iniziative promosse dalla sezione cittadina nel mese da sempre dedicato alle donne e alle mamme.

Per tutto il mese sarà possibile acquistare presso i fiorai del territorio che hanno aderito all’iniziativa un fiore o una piantina partecipando alla challenge social “Insieme per Donare” promosso in collaborazione con AVIS. Partecipare è facilissimo: si acquista presso i rivenditori, si fa una donazione all’associazione, si riceve l’adesivo e si posta la foto sui social con l’hastag #unfioreperandoscasale. Un modo per riempire i social di fiori e bellezza e sostenere l’associazione. L’iniziativa sta già riscuotendo un ottimo successo, soprattutto in concomitanza con la Festa della Mamma. 

Sono inoltre riprese le attività del Comitato rivolte alle donne con diagnosi di tumore al seno: è infatti iniziato il laboratorio di arte terapia a distanza. Guidate in collegamento remoto dalla tutor Marzia Ferrarotti, le donne del gruppo ANDOS possono esprimere la loro creatività, e sperimentare la potenza creativa del lavoro sulle proprie emozioni. Grazie alla collaborazione con la sezione Casalese degli Alpini, che hanno concesso al gruppo ospitalità presso gli spazi aperti della loro sede, presto si potrà passare alle attività in presenza. Sono già ripartite le attività di ginnastica, dedicate ai pazienti del dh, con il progetto “in movimento… distanti ma connessi” condotto in modalità remoto da Cristina Bonzano e  sostenuto anche per l’anno 2021, dal Rotary Club di Casale. 

«Il Rotary International delinea sette aree di intervento. Il Club di Casale ha sempre impegnato grandi risorse in quelle relative ai giovani, alla salute e, recentemente, all’ambiente; con impatto in internazionale sia locale. Con le dottoresse Buosi e Gattoni siamo in contatto da diverso tempo, da quando c’era il progetto D Maiuscola. Ci è sembrata la cosa più normale continuare a sponsorizzare questo tipo di attività, ora confluita in ANDOS, con la forte volontà di essere impattanti nel territorio – spiega il presidente del club Alessandro Boverio – Con la dott.ssa Gattoni abbiamo valutato che l’iniziativa più concreta in questo anno di pandemia è la ginnastica a distanza: ci è sembrata un’ottima idea, che rispetta inoltre il distanziamento. 

Per noi è importante affermare che la collaborazione con ANDOS c’è e continuerà ad esserci»

Prosegue la pubblicazione dei podcast “Una storia ad alta voce” sul sito ANDOS, frutto del lavoro svolto dalle donne nel loro laboratorio di lettura: insieme per leggere, sotto la guida di Fabio Fazi e Lara Miceli, in cui le donne sapientemente guidate hanno ricercato e rielaborato testi di storie e leggende legate al nostro territorio e poi le hanno interpretate.
Si è anche recentemente concluso il primo gruppo on line di autotrucco “Bella sempre anche online”; le pazienti in terapia collegate da remoto con la dottoressa Selina Dellatorre hanno potuto condividere dubbi e nozioni circa creme, ombretto e rossetto ma soprattutto, attraverso questa esperienza, hanno potuto, in un momento così sconvolgente della loro vita e per il loro corpo, ritrovarsi e ritornare a piacersi.

È stato avviato infine il corso di yoga “ANDOS PINK REHAB”, per i pazienti del day hospital. Lo yoga, visti i noti benefici che la tecnica favorisce ai pazienti in trattamento, è già praticato in molte altre sedi di oncologia; il gruppo casalese è guidato da Silvia Girino della MyFly Fit.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Iscriviti alla Newsletter

Seguici su Facebook