Attualità, Emergenza Coronavirus

Emergenza Covid: contributi economici ai circoli ricreativi

Riboldi, Filiberti e Novelli: «Un bando per aiutare chi ha visto interrotte le proprie attività: non lasciamo nessuno da solo!»

Non si fermano gli aiuti della Città di Casale Monferrato a chi ha subito perdite e disagi a seguito dell’emergenza sanitaria che, da ormai un anno e mezzo, sta colpendo a livello globale popolazione, attività produttive, economiche, commerciali e di intrattenimento.

E così, ai già oltre 600 mila euro stanziati, da ieri, martedì 18 maggio, si è aperto il bando per aiutare i circoli ricreativi senza scopo di lucro operanti in città: «Casale Monferrato ha sempre potuto contare su una rete capillare di circoli – ha ricordato l’assessore Luca Novelli – In questo periodo di chiusura forzata a seguito dei decreti di contenimento della diffusione del Covid sono tra gli operatori che più hanno sofferto: per questo motivo siamo tra i pochissimi Comuni piemontesi ad aver deciso di aiutare anche loro, perché in questo periodo tutti devono aver la possibilità di ripartire con decisione».

L’avviso pubblico presente nella pagina www.comune.casale-monferrato.al.it/AiutoCircoli prevede lo stanziamento fino a 900 euro per chi rientra, tra gli altri, nei seguenti requisiti: non avere finalità di lucro; avere la propria sede sociale sul territorio di Casale Monferrato; essere in regola con le certificazioni Durc, ove dovuto ed essere in grado di attestare, attraverso i propri bilanci (anno 2019 e anno 2020 se già approvato) oppure attraverso autocertificazione, una riduzione dell’attività e/o della vita associativa a seguito dell’emergenza sanitaria che abbia comportato una riduzione delle entrate pari o superiore al 15%.

L’entità del contributo sarà poi determinata dai punteggi assegnati in base ai seguenti parametri: il numero di iscritti nell’anno al 31.12.2019; il numero dei giorni di sospensione ex lege delle attività a causa dell’emergenza sanitaria e le eventuali spese sostenute nell’anno 2020 ai fini dell’adeguamento ai protocolli anticontagio da covid-19.

«Lo abbiamo ripetuto fin dall’inizio – hanno sottolineato il sindaco Federico Riboldi e l’assessore Giovanni Battista Filiberti –: nessuno resterà solo! Con aiuti concreti e mirati abbiamo sempre operato affinché tutti fossero pronti nel momento della ripartenza. Per questo motivo ora abbiamo pensato ai circoli ricreativi, attività fondamentali del tessuto sociale, e non solo, cittadino».

Le domande, da presentarsi con il modello presente sul sito del Comune, dovranno essere consegnate direttamente all’Ufficio Protocollo in via Mameli, 10 entro le ore 12,00 di venerdì 28 maggio 2021.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Iscriviti alla Newsletter

Seguici su Facebook