Sport, Volley

Volley – La borsa di studio del Rotary Club di Casale Monferrato a Viviana Angeleri

Finale di stagione scoppiettante per Viviana Angeleri. Il libero dell’Euromac Mix ha vinto una prestigiosa borsa di studio, assegnatale la settimana scorsa nell’Aula Magna del Liceo Balbo. Viviana, diplomata al Sobrero con indirizzo Scientifico Sportivo con la votazione di 100, è entrata nel ristretto lotto di studenti meritevoli che il Rotary Club di Casale Monferrato ogni anno premia con un importante riconoscimento. Le borse di studio sono in memoria di persone che hanno contribuito alla crescita ed allo sviluppo del Club e nello specifico Viviana Angeleri è stata premiata da Maria Pia Spinoglio, vedova Cellerino

Viviana, un’altra bella soddisfazione che chiude un’annata sportiva da ricordare: “Fa piacere ricevere un riconoscimento del genere, perché significa che i sacrifici fatti per far quadrare i conti tra studio e sport, sono seguiti da associazioni prestigiose come il Rotary. Si, è stata una stagione incredibile. E’ difficile trovare un solo aggettivo per definirla. Si è partiti con un programma, con un’idea, con un obiettivo e poi ci si è dovuti adattare ad un sacco di cambiamenti. La sensazione che abbiamo oggi è strana, diversa dal solito rompete le righe di fine campionato. Un po’ come fosse solo l’ennesima pausa, imposta da forze maggiori”. Soddisfatta del tuo rendimento? “Onestamente pensavo di avere più problemi, non tanto di natura tecnica, ma di origine emotiva. Il libero non può sbagliare, un po’ come il portiere nel calcio.

Ringrazio lo staff tecnico e le mie compagne; tutti mi hanno sostenuto, aiutato e soprattutto ho sempre sentito una fiducia incondizionata verso di me”. La squadra ha dovuto superare molti ostacoli, non tutti di origine tecnica: “Con gli infortuni speriamo di aver chiuso per sempre. Abbiamo dato abbastanza. Ci si è adattati alle emergenze, ma credo che questo sia stato lo spirito che ci ha permesso di unirci come raramente accade. Sabato, dopo gara due, eravamo tristi. Un po’ perché potevamo fare meglio con Legnano, ma soprattutto perché era terminata una stagione che ha consolidato un gruppo di vere amiche. Negli ultimi due mesi è cambiato qualcosa anche sotto il profilo dei risultati ed è stato brutto smettere proprio adesso che arrivava il bello”. Ora le meritate vacanze: “Personalmente non vedo l’ora di ricominciare. Nell’ultimo anno e mezzo siamo state a casa anche troppo. Spero che il 2021-22 ci regali un campionato normale, dove si possa condividere tutto, senza la paura di ricadere nell’incubo COVID”. 

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Iscriviti alla Newsletter

Seguici su Facebook