Acqui Terme, Ambiente

Acqui Terme – Chiuso il bando per il verde e si parte con lo sfalcio dell’erba al Castello dei Paleologi

Chiuso il bando per l’affidamento della gestione del verde della città di Acqui Terme. I lavori sono partiti oggi, 12 maggio, con lo sfalcio dell’erba presso i giardini del Castello dei Paleologi. 

Il Comune di Acqui Terme ha messo a bilancio un importo complessivo di 685.662 euro per la nuova manutenzione del verde, di cui 548.714 euro quale importo complessivo a base di gara comprensivo degli oneri di sicurezza di 14.188 euro.

L’aggiudicazione dell’appalto triennale per il servizio della manutenzione del verde è andata alla ditta Bigalli Libero, dopo l’esame delle offerte economiche e delle soluzioni tecnico-logistiche. Decisivo anche il ribasso del 36,79%, con una stima dei costi di manodopera e aziendali di 534.525 euro. Il ribasso offerto sarà usato per lavori complementari per la manutenzione del verde.

La ditta ha una comprovata esperienza maturata in Piemonte e lavora per i comuni di Alessandria e Vercelli. Il bando è stato basato sul nuovo piano di manutenzione del verde. Il capitolato prestazionale regolerà l’esecuzione delle opere, stabilendone la soglia minima di qualità da assicurare che, se non rispettate, influiranno sulle condizioni di liquidazione dei pagamenti.

«Sono molto contento che si possa partire a breve con il nuovo contratto quadro – spiega il vicesindaco Paolo Mighetti –. Purtroppo, l’aggiudicazione del bando è stata ritardata di una settimana a causa di un malfunzionamento del sito nazionale dell’ANAC. Adesso dobbiamo recuperare il tempo perso, ma daremo da oggi continuità e regolarità alla manutenzione del verde. Voglio ringraziare tutti gli operai comunali che in questa settimana hanno tamponato questo imprevisto, curando il verde cittadino».

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Iscriviti alla Newsletter

Seguici su Facebook