Attualità

Il Decreto Legge di Natale – ecco le regole da rispettare

Decreto Legge 18 dicembre 2020 N. 172 https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/12/18/20G00196/s

Italia zona ROSSA
Divieto assoluto di uscire di casa, se non per comprovate esigenze lavorative, di salute, e necessità. Vi è anche la possibilità di recarsi in massimo due persone presso un’abitazione diversa per festeggiare il Natale, nei seguenti giorni in cui l’Italia sarà di fatto in zona rossa:

  • 24 dicembre,
  • 25 dicembre,
  • 26 dicembre,
  • 27 dicembre,
  • 31 dicembre,
  • 1 gennaio,
  • 2 gennaio,
  • 3 gennaio,
  • 5 gennaio,
  • 6 gennaio.

Le regole da rispettare in questi giorni sono quelle proprie della zona rossa, ovvero:

  • spostamenti vietati, anche nello stesso Comune, se non per motivi di salute, lavoro o necessità;
  • spostamenti in Comuni diversi solo per fare la spesa se per motivi di maggiore risparmio, o comunque per motivi di salute, lavoro o necessità;
  • autocertificazione obbligatoria per spostarsi;
  • negozi chiusi;
  • aperti supermercati e negozi che vendono beni alimentari o di necessità (edicole, tabacchi, parrucchieri e barbieri, lavanderie);
  • bar, ristoranti, pasticcerie e gelaterie chiusi, con l’asporto consentito dalle 5 alle 22 e la consegna a domicilio sempre consentita;
  • consentite passeggiate vicino alla propria abitazione;
  • consentita l’attività fisica vicino alla propria abitazione se effettuata da soli, a distanza di sicurezza e con mascherina;
  • consentiti giri in bicicletta vicino alla propria abitazione o per andare a lavoro;
  • chiusi musei, mostre, teatri e cinema.

Italia zona ARANCIONE
Valgono le regole della zona arancione, invece, nei seguenti giorni:

  • 28 dicembre,
  • 29 dicembre,
  • 30 dicembre,
  • 4 gennaio,

Ai limiti della zona arancione, di seguito ricapitolati, il Governo aggiunge il divieto di spostamento al di fuori del proprio Comune a meno che non si tratti di comuni con meno di 5.000 abitanti e la tratta non può superare i 30 chilometri:

  • spostamenti consentiti nel proprio comune dalle 5 alle 22 senza autocertificazione;
  • no agli spostamenti in altri Comuni o in altre Regioni, al netto di motivi di necessità, lavoro, salute;
  • spostamenti in Comuni diversi per comprovati motivi, ad esempio per usufruire di servizi non presenti all’interno del proprio Comune;
  • coprifuoco dalle 22:00 alle 5:00 se non per motivi di salute, lavoro, necessità e con autocertificazione;
  • consentito il rientro presso il proprio domicilio;
  • bar, ristoranti, pasticcerie e gelaterie chiuse. Solo asporto fino alle 22 con divieto di consumare nei pressi nei locali. Consegna a domicilio sempre consentita,
  • centri commerciali sono chiusi nei festivi e prefestivi al netto di servizi essenziali ivi presenti;
  • negozi aperti;
  • consentite passeggiate dalle 5 alle 22;
  • consentita attività motoria dalle 5 alle 22;
  • consentiti giri in bicicletta.

Durante i giorni compresi tra il 24 dicembre 2020 e il 6 gennaio 2021 è altresì consentito lo spostamento verso una sola abitazione privata, ubicata nella medesima regione, una sola volta al giorno, in un arco temporale compreso fra le ore 5 alle ore 22, e nei limiti di due persone, ulteriori rispetto a quelle ivi già conviventi, oltre ai minori di anni 14 sui quali tali persone esercitano la potestà genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi

Fonte: Ministero

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Iscriviti alla Newsletter

Seguici su Facebook