Tempo libero

Cronistoria del Trekking di Cella Monte

Le escursioni in natura sono di per se occasione di fare attività fisica senza rischio di assembramento e pertanto le attuali normative ne consentono lo svolgimento seppure in  piccoli gruppi. E sabato 31 ottobre i fortunati iscritti al Trekking di Cella Monte hanno partecipato con piacere a questo bel giro tra le colline monferrine incuranti della fitta nebbia che avvolgeva il nostro territorio in una tipica giornata autunnale.

Il ritrovo era fissato alle 8,30 nei pressi del locale Il Nuovo Carpino per le iscrizioni e dopo le incombenze burocratiche la partenza puntuale è avvenuta alle 9. Subito una discesa verso la Valle Carcanara  ha visto il gruppo ordinato arrivare al fondovalle tra una fitta nebbia, quindi dopo aver svoltato a sinistra si è proseguito tra prati, pioppeti e tartufaie.

Si iniziava poi a salire arrivando ai primi vigneti con i loro caldi colori autunnali mentre qualche raggio di sole faceva capolino, si svoltava poi a sinistra per un breve tratto su asfalto per poi tornare su sterrato seguendo uno stretto e tortuoso sentiero che alternava  tratti immersi nel bosco con spazi aperti tra altri vigneti.

Si scendeva nuovamente a fondovalle seguendo uno stretto sentiero creato dagli amici ciclisti per risalire quindi nel borgo di Cella Monte attraversandone l’abitato fino a giungere all’Azienda vitivinicola Cinque Quinti dove è stata effettuata la pausa per il pranzo nel loro bel giardino.

Per il pranzo ci sono stati forniti gli ormai famosi sacchetti picnic preparati dalle ragazze del “Monferrato Tourist” che comprendevano: un panino con il classico salume denominato Muletta, un panino con acciughe e bagnetto verde, un dolce, acqua e un calice di vino naturalmente di produzione dei padroni di casa.

Durante la pausa pranzo è stato inoltre possibile visitare il locale infernot che per l’occasione ospitava la mostra fotografica preparata da Pier Giuseppe Bollo con alcuni dei suoi migliori scatti aventi come oggetto i bei paesaggi del Monferrato che a causa del meteo avverso non era stato possibile ammirare appieno.

Terminava così una bella giornata passata tra questi splendidi territori in una giornata nebbiosa ma con il suo discreto fascino tipicamente piemontese.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Iscriviti alla Newsletter

Seguici su Facebook