Altri sport, Sport

Waterfestival Viverone 2020: i ringraziamenti di Fabrizio ed Elisa Bocca

“Grazie a chi ci ha aiutato a realizzare l’evento” dicono il team principal della scuderia casalese Rainbow Team e la moglie. Tutto firmato Rainbow Team il podio dei giovani della Formula Junior Elite che ora si gioca il Campionato Italiano

Il Waterfestival di Viverone si è concluso. Un successo non solo sportivo ma anche turistico che ha portato ospiti nei vicini comuni del Biellese e del Canavese grazie alla promozione del territorio racchiusa nel nome di Discovery Viverone & Serra Morenica, l’insieme di eventi promozionali realizzato in collaborazione con il Comune di Viverone, La Regione Piemonte, i Comuni del Territorio e l’Agenzia di Sviluppo della Serra. Tanti gli eventi di intrattenimento turistico e sportivo organizzati nel weekend del 25-26-27 settembre, insieme con itinerari enogastronomici alla scoperta del territorio.

Una realizzazione possibile grazie agli organizzatori Fabrizio Bocca, team principal e allenatore, ed Elisa Bocca, vicepresidente e team manager della Rainbow Team Association che ringraziano chi ha partecipato: 
«il Comune di Viverone e il sindaco Franco Carisio che con coraggio ha sempre creduto nella realizzazione della manifestazione; la Federazione Italiana Motonautica e l’ Union International Motonautique; la Regione Piemonte con l’assessore allo Sport Fabrizio Ricca, la direzione del settore sport Paola Casagrande, il capo di gabinetto del Presidente Alberto Cirio Gianluca Vignale e il consigliere Regionale Andrea Cane. Si ringraziano anche tutti i comuni del territorio rappresentati da Massimo Pissinis sindaco di Moncrivello, Pier Franco Causone sindaco di Maglione, Fausto Francisca sindaco di Borgofranco, Elena Baratto assessore al turismo del comune di Piverone, Franco Cominetto sindaco di Burolo, Stefania Roma segretaria dell’Agenzia di Sviluppo della Serra: tutti loro hanno permesso di arricchire l’evento del Waterfestival Viverone 2020 con Discovery Viverone e Serra Morenica.

Un grazie speciale agli sponsor della manifestazione: DualTrend di Chieri, Dimsport e Macario di Serralunga di Crea, Protoproject di Casale Monferrato; al comune di Balzola e al comune di Casale Monferrato rappresentato dal sindaco Federico Riboldi che ha presenziato all’evento nella giornata conclusiva di domenica 27 settembre. Entrambi i comuni hanno messo a disposizione la Protezione Civile con le proprie imbarcazioni per il controllo e assistenza al circuito gara.

Grazie agli attori principali dell’evento: i team e i piloti che hanno partecipato molto numerosi da tutta Europa; ad Alessandro Pozzo e Gregorio Lava della NG Service di Sandigliano per il fantastico lavoro della diretta streaming delle gare trasmesso sulla pagina Facebook della Rainbow Team e della FIM; allo sponsor tecnico Scotti Costruzioni per il servizio di alaggio barche; a Roberto Bagnod dell’azienda “Cellagrande” di Viverone per la magnifica serata di venerdì apertura dell’evento. E soprattutto grazie all’instancabile lavoro dei nostri collaboratori Giulia, Oleg, Pierangelo, Stefano, Giorgio, Angelo & Boys, Andrea Poggio e tutti i collaboratori del Circolo Subacqueo Shamandura di Casale Monferrato; agli amici fotografi Marilena, Marina, Massimo e Sara e alla voce e magnifico speaker Alberto Marello. E un ringraziamento speciale va all’amico Roberto Caserio che con passione, tenacia e amicizia è stato come sempre il nostro “braccio armato di Viverone”».

Al centro del Waterfestival Viverone 2020 c’è stato lo sport della motonautica che mai come quest’anno è stato importante per far tornare gli atleti in acqua. Dopo un 2020 di lockdown e tutte le gare sospese, il Piemonte e Viverone hanno scommesso su una sfida difficile ma possibile, come ha ricordato all’inaugurazione anche l’organizzato, team principal e allenatore del Rainbow Team, Fabrizio Bocca. Una sfida voluta dal Rainbow Team e dalle istituzioni. Così la sesta edizione della manifestazione sportiva per la seconda volta di fila viene organizzata dal Rainbow Team Association asd, scuderia di motonautica dell’ex campione mondiale di Motonautica F1 H20 nel 1992 Fabrizio Bocca, presidente dell’associazione e allenatore delle leve giovanili, ha avuto successo su tutti i fronti. 

Il Rainbow Team ci tiene a ricordare il traguardo raggiunto dai giovani ragazzi della scuderia, tutti debuttanti a eccezione delle due leve più vecchie di Oleg Bocca e Ettore Bo. Giulio Rimondotto, primo classificato nella gara del Campionato Italiano di Formula Junior (debuttante), Federico Temporin terzo posto nella gara di Formula Junior Elite (debuttante), Clement Kalondero (debuttante), Giovanni Merlo (debuttante). Sei giovani che sono stati tra i primi e unici ad allenarsi dopo il lockdown sulle acque di Chignolo Po insieme alla squadra de “Le Gabbiane”. Hanno passato i mesi estivi ad allenarsi in totale sicurezza e alla fine hanno raggiunto ottimi risultati. Il secondo posto della gara di Formula Junior è andato a Oleg Bocca, figlio di Fabrizio ed Elisa, che proprio a Viverone ha fatto il suo primo debutto in Formula 4 piazzandosi undicesimo nella classifica finale e tenendo dietro di sé, nella terza e ultima manche del Campionato, due ex campioni del mondo. Traguardi molto importanti per il team casalese che a firma monferrina continua a raggiungere ottimi obiettivi. Ora che il Campionato Italiano, dopo la gara annullata di Baveno a causa maltempo, sembra concludersi con l’unica gara disputata a Viverone, la vittoria sembra essere tutta a firma Rainbow Team. E anche se si disputerà una seconda e ultima gara, i tre primi posti di Giulio Rimondotto, Oleg Bocca e Federico Temporin fanno ben sperare a una vittoria di Campionato.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Iscriviti alla Newsletter

Seguici su Facebook