Attualità, Emergenza Coronavirus

#CoronaVirus: MonferratoDelivery e Comune hanno siglato il protocollo d’intesa

Riboldi, Capra e Filiberti: «Un’opportunità importante per le aziende e i consumatori del nostro territorio»
Siglato lunedì 4 maggio il primo protocollo d’intesa per la «realizzazione coordinata di iniziative che rendano agevole il ricorso all’e-commerce e alle consegne a domicilio in questo periodo di blocchi e restrizioni per il contenimento del contagio da Coronavirus».

Il progetto, lanciato dal Comune di Casale Monferrato a metà aprile, ha l’obiettivo di incentivare e favorire la nascita di piattaforme di e-commerce: «Con un’azione mirata di promozione e comunicazione – hanno spiegato il sindaco Federico Riboldi e il vicesindaco Emanuele Capra – vogliamo che la crisi che ha portato questa emergenza si tramuti in un’opportunità per gli esercizi e i consumatori del territorio. Grazie a questa prima sottoscrizione possiamo quindi orgogliosamente presentare il portale MonferratoDelivery come il luogo virtuale dove poter fare i propri acquisti, prenotare servizi e attività per il post emergenza e, contemporaneamente, aiutare chi è in prima linea contro il Covid».

Come previsto dal protocollo sottoscritto, infatti, il ricavato dei costi di servizio sono devoluti, fino al perdurare dell’emergenza sanitaria, a favore della raccolta fondi avviata dal Comune di Casale Monferrato (www.comune.casale-monferrato.al.it/CoronaVirus-IBAN ).

MonferratoDelivery, un progetto sviluppato da ParentesiKuadra, ha già raccolto l’adesione di oltre cento esercizi e ora è pronto a lanciare nuove offerte per gli esercenti e i clienti: «Da un suggerimento di Alessia Bertana – ha voluto sottolineare il vicesindaco Capra – i titolari di quelle attività ancora chiuse per l’emergenza, come ad esempio parrucchieri o estetisti, possono attraverso MonferatoDelivery proporre ai clienti dei voucher a prezzi scontati per i servizi che offriranno appena riapriranno l‘attività. Quindi gli esercizi potranno già pianificare una parte del lavoro, mentre i consumatori approfittare, a prezzi scontati, della qualità delle attività del territorio».

«Il progetto MonferratoDelivery – ha concluso l’assessore allo Sviluppo Economico Giovanni Battista Filiberti – dimostra come il nostro territorio sia in grado di sviluppare idee e proposte innovative e di crescita. Come Amministrazione comunale siamo in prima linea per la promozione di queste iniziative, perché sono la dimostrazione che lavorando insieme si possono ottenere importati risultati. Il nostro impegno, come abbiamo dimostrato in questo periodo, è a 360 gradi: ad esempio, per tutto il periodo di chiusura imposto da provvedimenti statali, regionali o comunali, sono esonerate dalla tassa rifiuti le utenze non domestiche, a ciò si aggiunge anche l’esonero della Tosap per gli esercenti pubblici e gli ambulanti per lo stesso periodo di chiusura; inoltre la scadenza della Tosap e imposta pubblicità è stata rinviata dal 30 aprile al 31 dicembre e le rate di pagamento per accertamenti tributari del 31 marzo e 30 aprile sono state prorogate alla fine del piano di rateazione. A tutto questo si aggiungono i molti interventi per le famiglie e le fasce più vulnerabili».

Per chi volesse conoscere le molte offerte proposte da MonferratoDelivery, può visitare la piattaforma www.monferratodelivery.it, trovare negozi e ristoranti che effettuano consegne a domicilio e acquistare e pagare direttamente i prodotti. Il tutto a portata di click.

Alla pagina  www.comune.casale-monferrato.al.it/CoronaVirus-ProtocolloDelivery, invece, è possibile trovare la bozza di protocollo d’intesa per le aziende che volessero ancora sottoscrivere l’accordo per l’iscrizione della propria piattaforma di e-commerce.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Iscriviti alla Newsletter

Seguici su Facebook