Scuola

Progetto orientamento: le quinte del “Leardi” all’Università del Piemonte Orientale

Gli studenti delle classi quinte, nell’arco di pochi mesi, si troveranno ad affrontare il momento più importante del loro percorso nella scuola superiore, l’Esame di Stato. Questo scoglio, un vero rito di passaggio verso l’età adulta, aprirà ai maturandi scenari nuovi sul loro futuro: che fare dopo il diploma? Entrare nel mondo del lavoro o proseguire con un corso universitario? 

Per supportare gli alunni in questa scelta così importante, l’Istituto Superiore “Leardi” ha aderito all’iniziativa di orientamento proposta dall’Università del Piemonte Orientale: le classi 5aA Amministrazione, Finanza e Marketing, 5aA Turismo e 5aA e 5aB Grafica e comunicazione si sono recate alla sede di Alessandria dell’ateneo, lo scorso martedì 4 febbraio, per assistere a due lezioni universitarie. 

Gli studenti, accolti a Palazzo Borsalino, hanno avuto modo di visitare l’edificio e la ricca biblioteca prima di seguire due interventi offerti dal Dipartimento di “Giurisprudenza – Scienze Politiche, economiche e sociali”. Il primo, «L’Unione europea tra crisi di identità e prospettive di rilancio», è stato tenuto dal prof. Stefano Quirico: il docente ha ripercorso in breve le tappe della storia dell’Unione Europea, soffermandosi sugli ideali che hanno ispirato la nascita dell’organizzazione, come l’aspirazione al federalismo e alla formazione degli Stati Uniti d’Europa di alcuni padri fondatori, e sulle resistenze che sono occorse, che hanno plasmato la fisionomia dell’attuale Unione. In un secondo momento, attraverso un dialogo costante con gli studenti, il prof. Quirico ha tracciato possibili scenari futuri sull’Europa, anche alla luce della recente Brexit: dal rischio di collasso a un’ipotetica soluzione attraverso una “unione a cerchi concentrici”, in cui i Paesi potrebbero decidere di impegnarsi con diversi gradi intensità al progetto europeo.

La seconda lezione, a cura del prof. Francesco Ingravalle, è stata centrata sul concetto di «politica»: dopo aver tentato di darne una definizione esaustiva, il docente ha affrontato i diversi valori che questa parola ha assunto nell’antica Grecia, a Roma fino ai giorni nostri. Fondamentale rimane l’interpretazione che ne diede Aristotele nel suo trattato omonimo, vero punto di riferimento per tutti i filosofi e gli uomini politici successivi.

Profonda soddisfazione degli studenti partecipanti: come specifica Gala Gatti, 5aA Amministrazione, Finanza e Marketing, «la giornata di orientamento è stata molto utile, perché ci ha permesso di comprendere concretamente come si svolgono le lezioni all’università, cosa che i saloni degli studenti o gli open day non riescono a fare in modo così efficace». Continua il suo compagno di classe, Marco Cornaglia: «Ciò che mi ha colpito di più è la differenza con la scuola superiore: l’università offre al contempo un senso di libertà molto pronunciato, ma impone anche una notevole dose di responsabilità e di organizzazione. Per me, che avevo già idea di continuare gli studi con una laurea in Scienze Politiche, la visita all’università è stata utile a farmi comprendere che questa sarà la mia strada».

L’Istituto “Leardi” ringrazia l’Università del Piemonte Orientale, i docenti coinvolti, il Dipartimento e la sua Direttrice, prof.ssa Serena Quattrocolo, per aver sostenuto i suoi studenti in vista delle scelte sul proprio percorso futuro.

Redazione “Leardi” 

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Iscriviti alla Newsletter

Seguici su Facebook