Sport, tennis

SPORT – Tennis: l’ 8 dicembre il ritorno a Casale della finale play-off di serie A2. Tutti a tifare “Cano”

Ci sono domeniche di sport che non possono essere dimenticate. Potrebbe riscriversi la Storia, un altro bellissimo capitolo per il tennis monferrino. Così può riassumersi la giornata di tennis alla Canottieri Casale. Appuntamento, l’8 dicembre, con il ritorno della finale play-off di Serie A2 contro il temibilissimo Tennis Club Rungg. Si inizia alle ore 10, ingresso libero, subito in campo i primi tre singolari, e se risulterà necessario, anche il doppio o addirittura un doppio di spareggio. Per ora nelle sfide promozione dell’A2 femminile ha regnato il puro e completo equilibrio: anche Palermo e Mestre hanno rimandato tutto a gara-2, nella seconda domenica di dicembre. Nella battaglia altoatesina le ragazze di coach Giugiu Massola sono state capaci di dare il massimo per recuperare lo scarto di 1-2, conquistando il segno ‘X’ nel doppio, con Stefania Rubini e Lisa Pigato sugli scudi. Ora si resetta e si scrive un nuovo capitolo. Match partner della giornata la Concessionaria Grignolio: presso lo stand potrete sostare per la colazione dalle 9.30, oppure per un aperitivo alle ore 11.

A condurci nel ‘pathos’ della sfida, la vice-capitana, nonché giocatrice, Giulia Gabba. «L’anticipo del sabato ci ha viste particolarmente tese e le nostre avversarie non se lo sono fatto dire due volte ed erano ‘sul piede di guerra’. Non siamo partite benissimo, Mihaela Buzarnescu ci ha dato il primo punto e poi Rubini e Pigato si sono riscattate vincendo un ottimo doppio, tirando fuori carattere da vendere. Una partita non facile da gestire, anche perché Lisa e Stefania venivano dalle due sconfitte in singolare, ma il tifo delle compagne, insieme ai consigli dei capitani, ha portato a un risultato di straordinario calibro. Rungg è una squadra compatta, molto forte per tante caratteristiche, il che rende certamente più ‘vivace’ questa sfida sull’asse Piemonte-Trentino Alto Adige.  Si riparte dallo score di 7-5, 6-4 del doppio e da tutte quelle sensazioni positive emerse nel match». Ora gara-2 si trasferisce in terra di Monferrato. «Stiamo organizzando ‘curve’ di ultras…l’ambiente dovrà essere caldo al punto giusto, affinché le mie ragazze possano sentirsi veramente ‘a casa’. Speriamo che questo faccia impensierire maggiormente le ospiti». L’ultimo atto di un campionato non ancora chiuso, ma certamente sin qui bellissimo. «Per me giocare in questo club è sempre stato un onore, ancora di più quest’anno. Spero che lo stesso feeling sia stato trasmesso alle mie colleghe giocatrici, soprattutto per la cornice di spettacolo sportivo, più unica che rara, sia in Italia che all’estero, all’interno di un ambiente tennistico. L’amalgama del gruppo ci ha permesso di legare tantissimo». Se il claim Canottieri del 2019 è ’Il Tennis Cucito Su Misura’, allora Giulia Gabba pare lo abbia interpretato perfettamente. La capitana vuole riappropriarsi di quello che si è perso lo scorso anno. L’accesso al club di Viale Lungo Po Gramsci, non è libero…è ‘liberissimo’.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Seguici su instagram!

Iscriviti alla Newsletter

Seguici su Facebook